Homepage
Storia Slowly  
electronlibrè
electronlibrè | 🇮🇳 India

Originally written in English. Translated by Lindt.

13 giugno 2020 una piccola lettera mi ha trovato nelle profondità dell’oscurità. Non lo sapevo, ma quella lettera ha segnato l’inizio di un bellissimo capitolo della mia vita. Dice che ci è voluta una pandemia mondiale perché noi due ci incontrassimo. È stata effettivamente la stanchezza della pandemia che ci ha portato entrambi a provare questa applicazione. Ero in una fase della mia vita in cui ero stanca di cercare di raggiungere la velocità del mondo. E lui aveva già rinunciato ai pessimi social media. Ma per quanto mi riguarda, ho sempre voluto fare amicizia. Semplicemente lontano da tutto il caos. Quindi, quale modo migliore della scrittura di lettere, dove posso combinare una bella solitudine e la migliore compagnia? Quando ho ricevuto la sua lettera, stavo utilizzando Slowly già da un paio di mesi. Avevo già capito quanto sia unica l’applicazione stessa e quanto profondamente siamo in grado di connetterci con le altre persone. Ma ciò che ha reso unica la sua prima lettera è che era scritta nella nostra lingua madre, il malayalam. Ha anche spiegato magnificamente il momento esatto in cui mi ha scritto la lettera. Mi è sembrata così speciale da risponderli e poi è iniziato il nostro viaggio di scrittura. Senza conoscere i nostri nomi o la nostra destinazione abbiamo descritto il nostro cuore. Ogni lettera era super lunga e riversava ogni minimo dettaglio nella nostra vita, discutendo argomenti mondani e condividendo emozioni non dette. Era così facile comunicare senza nessuna delle strutture dell’era moderna. È stata un’avventura dal momento in cuiricevevo una notifica, alla lettura della lettera fino alla scrittura di una risposta. Un perfetto compagno di lockdown.

Con l’aumentare della lunghezza della lettera, i giorni tra le lettere aumentavano. Era difficile aspettare, ma tutto quel periodo di attesa è diventato stranamente appagante e poi un piacere assoluto. Ogni mia lettera terminava con alcune strane domande che cercavo online per conoscerlo meglio. Anche per le domande stupide, non ha mai smesso di rendere eccitanti le risposte, aiutandomi a inquadrarlo di più nelle lettere successive. I giorni passavano senza saperlo, la vita era ancora bloccata e confinata a casa, ma continuavamo a scrivere. Ero nervosa se avessi perso questo fantastico amico nel tempo e quindi ho condiviso il mio ID e-mail, per ogni evenienza. E pochi giorni dopo, una delle mie lettere non ha ricevuto alcuna risposta. Ho provato l’unico altro contatto che aveva condiviso, la sua posta. Ma nessuna notizia per 2 lunghi giorni. Sembrava divertente che qualcuno che non avevo mai incontrato in tutta la mia vita mi potesse mettere in difficoltà solo per 2 giorni di assenza. Non riuscivo a credere che il semplice fatto di scrivere lettere su Internet creasse una tale passione per qualcuno.

Nel corso della scrittura, ho anche fatto un passo avanti e ho condiviso il mio numero di contatto nascosto all’interno di una delle lettere. Ma ha continuato a scrivere lettere e ha promesso che l’avrebbe usata solo in caso di emergenza. E una tale emergenza si è verificata in seguito e ho ricevuto un messaggio di testo ed è stato allora che la comunicazione è diventata istantanea. In mezzo a tutto questo, non so quando, ma sembrava surreale come i sentimenti si insinuassero. Anche se ci siamo confessati i nostri sentimenti l’uno per l’altro, semplicemente non ha funzionato. C’è stata una battuta d’arresto di pochi giorni tra di noi. Ero terrorizzata se quella fosse la fine della nostra conoscenza. Ma Slowly è magico! Le lettere ci hanno aiutato a riconnetterci, un miliardo di volte più forti di prima. Anche se avevamo la messaggistica istantanea, le lettere ci hanno sempre aiutato a connetterci e parlare meglio. Dopo 4 giorni terribilmente lunghi, è tornato e stavamo parlando normalmente. Ma questa volta c’era qualcosa di diverso. Ogni giorno, ogni secondo sembrava più prezioso con lui. Con il tempo mi ha fatto capire che non è stupido, la persona che avevo di fronte non è una persona qualunque. Ho iniziato a innamorarmi di lui ogni giorno, ma nessuna parola esprimeva quei sentimenti.

Il tempo è volato e lui ha cambiato un paio di volte i luoghi da cui scriveva. Mi è stato così vicino a un certo punto, ma le mie insicurezze e altre difficoltà non hanno mai reso possibile il nostro incontro. Mi è arrivata come un fulmine la notizia che stava lasciando il paese. Aveva già fatto il check-in, è stata l’ultima volta che ho potuto incontrarlo. L’ultima possibilità in assoluto di vedere qualcuno che conosco solo a parole da 4 mesi. Quindi, quando eravamo alla nostra cinquantesima lunga lettera e innumerevoli piccoli messaggi, ci siamo incontrati il 16 ottobre di quest’anno. Le 3 ore più belle e memorabili della mia vita. Anche se quel giorno ci siamo conosciuti come amici, le cose sono cambiate drasticamente nelle due settimane successive e ci hanno fatto realizzare i reciproci sentimenti senza esprimerli a parole. Sembra tutto incredibilmente perfetto. Qualunque cosa! È un lieto fine se finisce qui, ma con il futuro incerto che pesa sulle nostre spalle, niente è sicuro.

Qualunque sia il futuro che ci attende, sono estremamente grato al team di Slowly, per aver portato nella mia vita questo straordinario essere umano. Scrivere tutte queste lettere mi ha aiutato a superare un periodo davvero difficile. Non posso esprimere la mia gratitudine a parole verso Slowly, per aver creato una piattaforma così straordinaria per legarsi ed esprimersi. Grazie.

 Racconta la tua storia

SLOWLY

Inizia a connetterti col mondo su SLOWLY!